Recensione check Dell S2718D – Tom’s Hardware


Caratteristiche e specifiche

A prima vista l’S2718D non è diverso da molti altri schermi di fascia alta. La cornice è molto sottile, il supporto in metallo è solido e permette di gestire ordinatamente i cavi. Lo schermo è uno dei più sottili che abbiamo mai visto. Basterebbe solo questo a renderlo un buon check, ma Dell ha aggiunto qualcosa per distinguerlo dagli altri: il supporto all’HDR10. Siamo curiosi di vedere come un tipico check con contrasto 1000:1 gestirà il nuovo contenuto ad alta gamma dinamica disponibile con i Blu-ray Extremely High definition.

Se guardate oltre il supporto HDR e lo stile da fascia alta, l’S2718D è simile a molti schermi di questa classe. Il pannello è IPS con risoluzione QHD, profondità di colore a 8 little bit, colore sRGB, frequenza di aggiornamento a 60 Hz e una retroilluminazione LED. Questo lo rende ideale sia per il pc aziendale e sia per chi lavora da casa ma che cerca qualcosa di più bello rispetto alla norma.

aHR0cDovL21lZGlhLmJlc3RvZm1pY3JvLmNvbS9ZLzQvNjg5NDA0L29yaWdpbmFsL2EtYW5nbGUyLmpwZw==

A questo si aggiunge una cornice sottilissima da 7 mm e una base con integrati i pulsanti di controllo e gli ingressi dal pannello, posti quasi in linea con la superficie della scrivania. La gestione dei cavi è facile e veloce, soprattutto considerando che il check è dotato solo ingressi HDMI e USB-C

Gli schermi attuali possono offrire compatibilità sia Dolby Vision che HDR10 (o entrambi) per una gamma dinamica più ampia e per la compatibilità con i più recenti contenuti Extremely High definition offerti dai Blu-ray e dai servizi di streaming. Questi ultimi sono molto più facili da trovare e quindi sono la scelta più logica per questo check. Dolby Vision è ancora in sviluppo, anche se Sony ha annunciato il suo primo film in tale formato: Resident Evil Vendetta, che sarà disponibile nel mese di luglio.

L’HDR10 si trova su ogni altro disco Blu-ray Extremely High definition attualmente disponibile e probabilmente sarà il formato dominante per il prossimo futuro. Se Dell volesse aggiungere Dolby Vision all’S2718D, potrebbe farlo con un aggiornamento del firmware.

For every visualizzare i contenuti HDR, è necessario un lettore compatibile o un pc con un’uscita HDMI 2. / HDCP 2.2. Gli ultimi lettori Blu-ray Extremely High definition dispongono di questa interfaccia. È anche possibile connettersi con la giusta scheda video e, fortunatamente, ci sono un bel po’ di scelte. Dal lato di Nvidia si parte dalla GTX 950 fino alla Titan X con archietettura Maxwell o dalla GTX 1050 fino alla Titan X per l’architettura Pascal. Gli utenti AMD possono invece utilizzare una R9 390X o una RX 460, 470 o 480 (e successive). For every gli utenti che vogliono utilizzare i Blu-ray, l’S2718D accetta un segnale alla risoluzione 3840×2160 fino a 60Hz attraverso l’ingresso HDMI.

dell 27 ultrahin S2718D 02

Come sempre eseguiamo i nostri benchmark di riferimento in modalità SDR e gli affianchiamo i nuovi take a look at per i contenuti HDR. Abbiamo aggiunto nuovi strumenti al nostro kit per capire come l’S2718D gestisce il nuovo formato. Inoltre vi spiegheremo come godere appieno di questi nuovi contenuti con il vostro sistema.

Imballaggio, aspetto e accessori

Dell ha preparato un imballaggio davvero creativo. L’S2718D arriva in una scatola come se fosse un televisore. Bisogna rimuovere quattro inserti in plastica e sollevare la parte superiore per rivelare il contenuto. Ha funzionato efficacemente nel nostro caso il campione è arrivato senza graffio. Lo schermo esce dalla scatola già completamente assemblato con il proprio supporto.

Un alimentatore esterno mantiene il pannello il più sottile possibile. I cavi aggiuntivi includono un HDMI e un USB-C, mentre la documentazione di supporto può essere scaricata dal sito web di Dell.

Structure

Lo stile di S2718D è la prima cosa che tutti notano. È uno dei style and design più minimalisti che abbiamo visto. La maggior parte dei componenti interni sono nella base metallica che ospita i pulsanti di controllo e gli ingressi ed è collegata al pannello con un montante in metallo e una piccola cerniera che consente di ruotare lo schermo a 45° da ogni lato e di inclinarlo di 21° posteriormente e di 4° in avanti. Non ci sono regolazioni in altezza, ma abbiamo trovato la posizione fissa ideale per la nostra scrivania. La cerniera ha il gravoso compito di tenere il pannello in posizione, ma la sua piccola dimensione causa qualche oscillazione dopo aver apportato un cambiamento.

Il pannello misura appena 20 mm nel punto più spesso. La parte posteriore è in plastica, ma il colore e la struttura corrispondono alla base e alla finitura in alluminio satinato. Il retro è completamente liscio e privo di fori. Durante il funzionamento, il bordo inferiore si scalda, ma solo leggermente. La gestione del calore è esemplare. Lo strato anteriore dello schermo è lucido e deve essere posizionato accuratamente per evitare riflessi. 

La base è dotata dei pulsanti di controllo sul bordo anteriore. Anche solo premendoli si sente che si tratta di un check di fascia alta, inoltre forniscono un accesso facile e immediato alle funzioni più comunemente usate e all’ottimo OSD (il menù che examine in sovraimpressione). Nella parte posteriore sono presenti gli ingressi HDMI 2./HDCP 2.2 e USB-C, assieme a due porte USB 3.1 e un’uscita audio analogica. Non ci sono altoparlanti incorporati.



Servers and Networking Web-site

Servers and Networking Services

Leave a Reply

Your email address will not be published.